Dall’Elba alla Sardegna: a pesca con Raffaele Seiello (parte 1)

Non c’è maniera migliore per lasciare un’isola che partire per un’altra… La stagione apneistica elbana è stata lunga, ricca di soddisfazioni e di fatiche…gestire il centro di Apnea a Lacona con l’arrivo dei gruppi ed interpretare le esigenze di ogni singolo individuo che abbia deciso di trattenere il fiato è sempre impegnativo… soddisfacente, ma faticoso.Elba La cosa bella della mia professione, considerato che insegno Apnea, è che mentre lavoro trattenendo il fiato e quindi come gli addetti ai lavori ben sanno, il pensiero ha tempo di correre e spaziare mentre l’inconscio, spesso, richiede l’attenzione negatagli durante l’esistenza terrena.

In questa situazione talvolta capita che mi faccio delle promesse: “Finita la stagione vado a trovare uno che pesca forte” mi dico tra una capovolta e una discesa a braccia “Voglio fare l’allievo…vado a trovare Raffaele Seiello in Sardegna”. E così decido di staccarmi anche dal mio compagno quattro zampe, Bostik; ogni tanto anche i legami più forti necessitano di una pausa. E’ l’ultima settimana di settembre e con il primo traghetto da Portoferraio saluto l’Elba, che mi guarda sorniona e un po’ stanca, come una bella signora che ha appena finito di lavorare, un lavoro lungo che è durato tutta l’ estate 2013. E poi Livorno e poi Olbia e giù per la statale 213 fino al Sulcis, fino a Matzaccara, provincia di Carbonia. Sulcis Raffa non c’è, lo sapevo, è a pescare, ma di certo Rosa e Salvatore, i suoi genitori, non si  

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERArisparmiano nell’ accoglienza. Mi sento a casa! Una edificio rurale saggiamente ristrutturata con il gusto di Rosa e la manualità di Salvatore instancabile lavoratore, uomo capace di grandi fatiche. 
Apro la stanza: un letto matrimoniale e due singoli mi si prospettano davanti. Ne scelgo uno e comincio a scaricare la macchina. Sono poche le cose: qualche vestito, due libri, la chitarra da viaggio, la macchina fotografica e l’attrezzatura da pesca. C’è tutto! Durante la giornata di arrivo mi ambiento; leggo, dormo, suono, visito un po’ i dintorni e ad un tratto Raffa arriva… è sempre bello vederlo con quell’aria che è un misto fra un guru, pulcinella e un cantante rap. Raffa non sorride troppo, quello che basta, quello che serve per dirti  

Raffa ” E’ bello vederti”. La sua faccia è segnata dal Mare e dal sole che gli dipinge sulla faccia, complici la maschera e il cappuccio della  muta, un sorriso tipo Joker…Sono passati anni da quando mi dava una mano con Katabasis Freediving Center all’Elba, poi ha seguito la sua strada ed è nata Team Predator, un’associazione che passando dalla Calabria ha trovato le sue radici qui nella magica Sardegna e precisamente nel Sulcis in provincia di Carbonia. “Come è andata?” “Ma abbastanza bene, una cernie, una bella orata e qualche sarago”. Dalle sue parole comincio a percepire quell’atmosfera magica che porta tutti noi malati di pesca in apnea a sognare, immaginare e desiderare fortemente la cattura di un bel pesce; l’ emozione cresce… Sono arrivato nel posto giusto ed a quanto pare anche nel momento giusto. “Vedi” -mi dice dopo cena- “Quando arrivi da una caduta su una cernia, l’importante è la velocità con la quale ti avvicini, che non deve essere né lenta né veloce..deve essere costante”. Noto il suo sguardo agguerrirsi, è nel suo! Finalmente il Mare mi parla di se e mi spiega le sue forme segrete e io questa volta devo solo ascoltare: la cosa mi rende molto felice. Ci salutiamo prima di andare a letto, Frank Pocho, un caro amico, domani partirà presto, io invece comincerò a pescare… Dormo un sonno intenso, ma agitato. Dentro di me i pensieri si accavallano attorno a concetti espressioni e forme, forse riconducibili a quanto segue:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA8

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

LA PESCA: passione che ci accomuna e ci stringe nella rincorsa della preda che rappresenta lo sforzo, l’entusiasmo, la passione. IL PESCE: l’obiettivo, lo scopo, la causa, l’effetto, la beatificazione, la dannazione, la strategia, la casualità, lo studio… il culo!  IL MARE: l’elemento sovrano, strato di separazione fra il respirabile e non. Lì dove tutto è a sfumature blu e dove più scendi e più senti la sua presenza sul tuo corpo e sulla tua mente.

                         OLYMPUS DIGITAL CAMERA  11  OLYMPUS DIGITAL CAMERA

IL GOMMONE: mezzo planante, grande saltatore di onde, rimbalzante quanto basta, affidabile… gran bevitore. FABIO DESSI’ l’amico di Raffa , campione di pesca, sardo, amico di Raffaele: tanta esperienza concentrata in un corpo ed una mente giovane; obiettivo puntare in alto. MARZIO, (detto Marsio da pronunciarsi con accento veneto) il barcaiolo: sempre attento nel dare conforto, presente e soprattutto degno del massimo rispetto.

…to be continued

Carlo Boscia

 

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

CHIUDI